top of page

Viaggio in California tra città, natura, spopolamento e innovazione energetica

Ho avuto modo di recarmi recentemente in California e, come ogni viaggio, è stata un'esperienza che arricchisce. Il giro che ho fatto mi ha permesso di esplorare alcune delle località più iconiche dello Stato e di conoscere da vicino la sua vivace cultura e società. A bordo di una Dodge Challenger, altrimenti non mi sarei potuto immergere totalmente nella cultura USA, sono partito dalla storica e solitaria Alcatraz e il mitico Golden Gate Bridge, passando poi per la vibrante città di San Francisco e la futuristica Silicon Valley, fino a raggiungere le pittoresche cittadine costiere e i suggestivi parchi nazionali; ogni tappa ha offerto spunti unici e affascinanti.

Una visuale mozzafiato di Los Angeles

Il viaggio è iniziato con una visita all'isola di Alcatraz, famosa per la sua storica prigione che ha ospitato criminali leggendari come Al Capone. La visita a questo sito è stata una potente immersione nella storia americana, con le sue celle anguste e le storie dei pochi tentativi di fuga… e ancor meno quelli riusciti. È stata poi la volta di una sgambata in bici sul celebre Golden Gate Bridge che si erge come una meraviglia dell'ingegneria (alla sua inaugurazione, nel 1937, fu il più lungo ponte sospeso del mondo, con la sua lunghezza di 2,71 km). Passeggiare lungo il ponte, con la nebbia mattutina che si alzava dalla città, lasciando lo skyline sulla città è stata un'esperienza davvero suggestiva. San Francisco è una città di contrasti, con le sue ripide colline, i tram storici e i quartieri variopinti come Chinatown, la più grande al mondo.

La tappa successiva è stata la Silicon Valley, il cuore pulsante dell'innovazione tecnologica globale. Ho avuto l'opportunità di visitare le sedi di alcune delle più grandi aziende del mondo: Meta (ex Facebook) a Menlo Park, Google a Mountain View, Apple a Cupertino e i laboratori di ricerca a Pasadena, oltre ovviamente a passeggiare e pranzare nei luoghi di Big Bang Theory.

Queste visite hanno offerto uno sguardo privilegiato sulle tecnologie che stanno modellando il nostro futuro e sulla cultura aziendale che promuove l'innovazione continua. E per me, è stato confortante vedere come queste aziende stiano anche investendo in progetti di sostenibilità e energie rinnovabili.

Il viaggio lungo la costa da Monterey a Santa Barbara è stato un susseguirsi di paesaggi mozzafiato. La cittadina di Carmel-by-the-Sea, con le sue case da fiaba e le spiagge pittoresche, ha rappresentato una pausa rilassante. Mentre merita una citazione il poco conosciuto Joshua Tree National Park che è un paradiso per gli amanti della natura, con i suoi alberi di Joshua e le formazioni rocciose uniche. Le escursioni nel parco hanno offerto una connessione profonda con la natura dopo giorni di caos cittadino.

Uno scorcio del Joshua Tree Park in California

La sorpresa per me è stata la città di San Diego, con il suo clima mite e la sua vita effervescente che ha offerto una miscela perfetta di relax e nightlife. Menzione speciale per la più grande Little Italy d’America con alcuni ristoranti che non hanno molto da invidiare alla cucina nostrana.

Los Angeles è stata l'ultima tappa del viaggio, con le sue luci brillanti e la cultura pop iconica. Hollywood, con la sua Walk of Fame e i famosi studi cinematografici, ha mostrato il lato glamour della città. Beverly Hills, con le sue ville lussuose e le boutique di alta moda, ha esibito il lato esclusivo della vita californiana. Venice Beach, con la sua atmosfera bohémien e il vivace lungomare, ha offerto un'esperienza diversa, piena di energia e creatività. Ma il tutto con un’ombra costante per chi aveva la voglia e l’attenzione di guardare.


La Cultura e la Società della California


La California è uno stato di grandi contrasti, non solo per i suoi paesaggi, ma anche per la sua società. Recentemente si sta osservando, forse per la prima volta nella propria storia un fenomeno inusuale: lo spopolamento. Fattori come l'alto costo della vita dovuto al boom delle grandi aziende della tecnologia hanno praticamente eliminato la middle class, dato che essa sta lasciando lo Stato. Ci sono una miriade di senza tetto che magari sono accampati sulla stessa Walk of fame, oppure si passa da un’eccellenza universitaria come Stanford a studenti che per pagarsi gli studi dormono in parchi pubblici. I costi sono alle stelle e molti stati confinanti, su tutti il Texas, stanno raccogliendo californiani in esodo.

Uno degli aspetti più positivi della California è il suo impegno per la sostenibilità. Gli Stati Uniti infatti hanno investito notevolmente nello sviluppo della capacità di stoccaggio delle batterie e nella produzione di batterie per veicoli elettrici (EV). Questo sforzo è stato accelerato dall'Inflation Reduction Act (IRA) dell'amministrazione Biden, che ha incrementato significativamente gli investimenti nell'accumulo di batterie.

La California è quindi al centro di questa rivoluzione verde. Lo Stato ha aumentato la propria capacità di energia solare e ha installato più batterie su scala pubblica di qualsiasi altro Paese al mondo, Cina esclusa. Queste batterie immagazzinano l'energia in eccesso generata durante il giorno per fornire energia durante la notte, rendendo la rete elettrica più stabile e affidabile. A questo vanno aggiunti i tanti e grandi parchi eolici che ho avuto modo di vedere che sfruttano le correnti oceaniche praticamente sempre presenti.

Il mio viaggio in California è stato un viaggio attraverso la storia, la cultura e l'innovazione. Dalle prigioni storiche di Alcatraz alle spiagge di Venice, passando per la Silicon Valley e i progetti di energia rinnovabile, la California si è rivelata uno Stato di grande diversità e dinamismo. La sua capacità di adattarsi e innovare, anche di fronte a sfide come lo spopolamento e la necessità di sostenibilità, la rende un esempio di contrasti, di resilienza e progresso.


126 visualizzazioni0 commenti

Comentários


bottom of page