top of page

Stuart Little: il film e il quadro ritrovato

I bambini cresciuti tra gli anni ’90 e primi anni 2000 sicuramente ricorderanno con affetto il simpatico topolino di uno dei film cult “Stuart Little: Un topolino in gamba”. Il film diretto da Rob Minkoff con protagonista Hugh Laurie, è finito al centro dell’attenzione del mondo della storia dell’arte per un fatto abbastanza buffo.

Nel 2009, una sera qualunque mentre guardava il famoso film con sua figlia Gergely Barki, un esperto d’arte consulente per il Museo nazionale ungherese di Budapest, si accorse di un dettaglio nella scenografia che cambiò la rotta della sua serata.

Il dettaglio che notò Barki era niente di meno che un capolavoro perduto risalente al 1920. L’opera appesa nel salotto della famiglia Little era realizzata dal pittore Róbert Berény.

Il quadro in questione era La signora addormentata con vaso nero, un dipinto ad olio del 1927-1928. È il ritratto della seconda moglie di Berény, Eta (nata Breuer) ed è realizzato in stile art deco (Termine usato per designare lo stile diffuso in Europa e negli Stati Uniti dagli anni 1920, caratterizzato da forme classiche e misurate, di gusto modernista, geometrico e prezioso).

È considerato uno dei migliori lavori di Berèny, la donna raffigurata presenta un tipico stile di capigliatura del 1920 e un vestito blu. È rappresentata sdraiata lontano da un tavolo su cui è posto un vaso nero, da cui prende il nome l’opera. Un dipinto ad olio su una tela con orientamento orizzontale che misura 64 per 87 centimetri (25 in × 34 in). È firmato dall'artista in basso a sinistra.

La storica dell'arte Judit Virág descrive Sleeping Lady with Black Vase come una rappresentazione "perfetta" dell'arte europea del 1920 che incorpora elementi delle tendenze artistiche contemporanee francesi, tedesche e russe.

La domanda lecita è come ci è finito un quadro di questo valore in un film per ragazzi degli anni ’90?

Berény ha dipinto La signora addormentata con vaso nero, come già detto, tra il 1927 e il 1928, quando si trovava a Budapest, nella sua terra natìa, tornato da Berlino da dove era fuggito dopo la Prima Guerra Mondiale. L’ultima apparizione pubblica del dipinto risale al 1928 quando fu esposto all’Ernst Museum prima di essere venuto. Si presuppone che l’acquirente fosse un ebreo di origine americana e che fosse fuggito prima o durante la Seconda Guerra Mondiale. L’Ungheria era un paese piuttosto turbolento negli anni in cui il dipinto era considerato perduto.

Barki inizia, così, un’indagine per comprendere come un quadro dal valore di 229.500 dollari fosse finito sul muro di casa di Stuart Little. Il dipinto era stato venduto per $ 40 ad un’asta di beneficenza presso la casa d'aste St Vincent de Paul a San Diego a metà degli anni 1990 al collezionista d'arte Michael Hempstead. Quest’ultimo lo vendette ad un negozio di antiquariato a Pasadena, in California, per $ 400. Proprio in questo negozio venne acquistato, nel 1999, dalla scenografa del film. Il collezionista Hempstead riconobbe il dipinto nel film Stuart Little, e considerò l’ipotesi di rintracciarlo e ricomprarlo poiché il valore delle opere di Berény era aumentato. Il dipinto era apparso anche in numerosi episodi di Family Law, una soap opera.

Il 24 dicembre 2009, Barki riconobbe il dipinto da una fotografia in bianco e nero del 1928 che aveva visto, l’unica traccia rimasta del dipinto di Berény: “Non credevo ai miei occhi quando ho visto il capolavoro di Bereny, che tutti credevano perduto, appeso accanto a Hugh Laurie” le parole dell’esperto d’arte. Barki provò a mettersi in contatto con diverse società di produzione e membri della troupe, finché dopo due anni ricevette una risposta dallo scenografo che teneva il dipinto appeso nella propria casa.

Barki riuscì a fissare un appuntamento negli Stati Uniti con lo scenografo del film, i due si incontrarono e dopo aver sfilato il dipinto dal telaio poté confermare l’autenticità del dipinto. L’opera venne venduta ad un collezionista d’arte, che la mise all’asta nel dicembre 2014.

Il dipinto è stato elencato con una riserva di $ 121.220 ed è stato venduto il 13 dicembre a un collezionista ungherese senza nome per $ 285.700.

Questa insolita riscoperta ha reso La bella addormentata con un vaso nero il dipinto ungherese più conosciuto


21 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

تعليقات


bottom of page