DISNEY... PLUS QUALCOSA CHE NON SAI

“E ora signore e signori per il mio prossimo trucco voglio attirare la vostra attenzione su questo pezzo di comune vetro da finestre fissato in una comune cornice non preparata. Voglio anche attirare l'attenzione su questo comunissimo chiodo d'acciaio[…]” e voglio attirare la tua attenzione su qualche cosa che non sai su Pomi d’ottone e manici di scopa!

Anzitutto, per Walt Disney fu difficile convincere P.L Travers a concedere i diritti per trasformare Mary Poppins in un film con tecnica mista. Potete guardare il commovente Saving Mr Banks che racconta in versione romanzata questa storia. Proprio a causa della suddetta difficoltà, Disney pensò a un piano B e lo individuò in una coppia di romanzi scritti dall’autrice Mary Norton: The Magic Bed Knob or How to Become a Witch in Ten Easy Lessons (1943) e Bonfires and Broomsticks (1945).

Dopo aver raggiunto il suo scopo e convinto la Travers, non fu più necessario per Disney realizzare la pellicola che avrebbe visto la luce solo dopo la morte del fondatore.

Così la direzione tecnica fu ancora una volta affidata a Robert Stevenson, già regista di Mary Poppins.

Il protagonista, nel ruolo del ciarlatano Emelius Browne fu appioppato proprio a David Tomilson, il Mr Banks Disney.

Per il ruolo di Eglantine Price fu individuata per prima, Julia Andrews, indimenticabile e intramontabile Tata. Mary Poppins, declinò l’offerta in un primo memento prima di avere un ripensamento. A quel punto però la signora in Giallo, la Fletcher, Angela Lansbury aveva ormai accettato.

Scopriamo poi altri collegamenti con Mary Poppins, infatti, il brano The beautiful briny sea, composizione dei fratelli Sherman, era stato pensato per l’acclamata Tata di Londra, ma fu scartato per poi essere riutilizzata in Pomi D’ottone e manici di scopa.

E poi c’ è altro! Una sequela di roba riciclata ma gradita!

Anche i più distratti noteranno che nella sequenza animata nell’isola di Naboombu sono presenti alcune nostre vecchie conoscenze. L’orso è chiaramente Balou, così come il leone re dell’isola è il principe Giovanni. Era pratica della Disney almeno fino agli Aristogatti riciclare sequenze animate presenti in altri film, un modo per risparmiare tempo e denaro. Ma cosa a noi gradita!

Quanto ci piace la Disney anche se ci “ frega”!

La produzione del film fu molto travagliata e furono fatti diversi tagli alla prima versione, durante il montaggio. A farne le spese furono più di tutte, le parti cantate!

Su Disney+ potete trovare la versione che è considerata quella definitiva del film in questione e che ha una durata di meno di 120 minuti e… contiene buona parte dei brani composti per la pellicola.

La storica versione VHS dura 97 minuti.

Non Era la prima volta che i talenti osi Fratelli Sherman venivano “tagliati” in postproduzione! Era già accaduto con altre due pellicole: Il Più Felice dei Miliardari (1967) e Pazza Banda di Famiglia (1968) e fu alla fine proprio per questi motivi che i brothers lasciarono la compagnia.

E alla fine… Il film ricevette ben cinque nomination agli Oscar, ma vinse soltanto un premio! Quello per i migliori effetti visivi!!

Dopo Pomi D’Ottone e Manici Di Scopa, il team creativo non lavorò più insieme e mano a mano se ne andarono tutti dalla Disney. Che peccato!

Il film in questione fu anche l’ultimo film prodotto da Roy O. Disney che passò a miglior vita poco dopo la Prima del lungometraggio.

La Pellicola successiva Elliot Il Drago Invisibile non raccolse gli stessi consensi, anzi, per Disney fu un cosiddetto “ flop” o quasi.

David Tomlinson in principio era molto scettico con la pellicola, soprattutto a causa dell'utilizzo di sequenze animate che temeva la rendessero una copia di Mary Poppins. Non aveva tutti i torti ma dovette dichiarare poi di essersi sbagliato quando vide il primo montaggio.

Angela Lansbury mantenne degli ottimi rapporti con Casa Disney, tanto che doppiò Mrs Brick in La Bella E La Bestia e in Il Ritorno Di Mary Poppins, da vedere!

Di seguito il brano per eccellenza di questo Film Cult, che ha segnato la generazione degli oggi “ enta” o “ anta” e che come tutte le pellicole Disney ci sprona e ci fa sognare in un mondo più bello ed in una versione di noi stessi sempre migliore!

The Age of not believing


When you rush around in hopeless circles,

Quando si punta in tondo senza speranza,

searching everywhere for something true,

cercando in tutto il mondo per qualcosa di vero,

you're at the age of not believing,

sei all'età di non credere,

when all the make-believe is through.

quando tutta la finzione è attraverso.


When you've set aside your childhood heroes

Dopo aver messo da parte i vostri eroi dell'infanzia

and your dreams are lost upon a shelf,

e i tuoi sogni si perdono su una mensola,

you're at the age of not believing

sei nell'età di non credere

and, worst of all, you doubt yourself.

e, peggio di tutto, dubiti di te stesso.


You're a castaway where no one hears you

Sei un naufrago che nessuno può sentire

on a barren isle in a lonely sea.

su un'isola sterile in un mare solitario.

Where did all the happy endings go?

Dove sono andati tutti i lieto fine?

Where can all the good times be?

Dove possono essere tutti i bei momenti?


You must face the age of not believing,

È necessario affrontare l'età di non credere,

doubting everything you ever knew,

dubitare di tutto ciò che hai sempre saputo,

until at last you start believing

finché alla fine non inizierai a credere

there's something wonderful in you.

che c'è qualcosa di meraviglioso in te.


You're at the age of not believing

Sei nell'età di non credere

and, worst of all, you doubt yourself.

e, peggio di tutto, dubiti di te stesso.


You're a castaway where no one hears you

Sei un naufrago che nessuno può sentire

on a barren isle in a lonely sea.

su un'isola sterile in un mare solitario.

Where did all the happy endings go?

Dove sono andati tutti i lieto fine?

Where can all the good times be?

Dove possono essere tutti i bei momenti?

Where can all the good times be?

Dove possono essere tutti i bei momenti?


You must face the age of not believing,

È necessario affrontare l'età del non credere,

doubting everything you ever knew,

dubitare dik tutto ciò che hai sempre saputo,

until at last you start believing

finché alla fine non iniziare a credere

there's something wonderful in you.

che c'è qualcosa di meraviglioso in te.


25 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti